Questo sito contribuisce alla audience di

fenice

sf. [sec. XII; dal latino phoenixcis, dall'agg. greco phôinix, della Fenicia].

1) Favoloso uccello , detto anche araba fenice per la sua localizzazione in Arabia, della tradizione mediterranea, che per il suo simbolismo di morte e rinascita, e di “solarità” intesa come immortalità, ha trovato vasta eco nella cultura dell'antichità classica. È raffigurata come una specie di aquila dal piumaggio d'oro e di fiamma, e concepita come un esemplare unico che si riproduce dalle proprie ceneri. Il nome indica la sua appartenenza alla cultura fenicia, ma Erodoto lo attribuisce alla cultura egiziana, identificandola, sembra, con un uccello detto Bennu, la cui ricognizione da parte dei sacerdoti di Eliopoli segnava il compimento di un anno siderale. Fig., persona o cosa straordinaria, eccezionale, che si trova molto raramente; “avete trovato l'araba fenice – una donna che vi ama e costa poco” (Pirandello).

2) La figura della fenice si ritrova anche come elemento decorativo nell'arte cinese (Feng).

Media

Fenice.