Questo sito contribuisce alla audience di

fotosfèra

sf. [sec. XIX; foto-+sfera]. Strato dell'atmosfera del Sole dal quale viene irradiata la maggior parte della radiazione solare: costituisce il disco visibile del Sole e possiede un bordo assai netto, in quanto entro lo spessore di solo 600 km, si verifica la transizione fra l'opacità ottica degli strati gassosi sottostanti (regione convettiva subfotosferica) e la trasparenza di quelli superiori (cromosfera e corona). Gli effetti del tenue assorbimento, esercitato comunque dalle regioni sovrastanti, genera il cosiddetto “offuscamento al bordo” che si rende avvertibile nella minore luminosità delle regioni periferiche del disco solare. Poiché la fotosfera delimita, verso l'alto, la regione in cui il trasporto dell'energia si compie per via convettiva, la sua struttura morfologica riflette tale situazione, e appare caratterizzata da un intricato reticolato granulare, la granulazione fotosferica, nel quale ogni elemento singolo (circa 1000 km di diametro) rappresenta la sommità di una colonna di gas ascendente o discendente. Per analogia, con il medesimo termine vengono anche definite le superfici emittenti delle stelle.

Media


Non sono presenti media correlati