Questo sito contribuisce alla audience di

idiòta

sm. e f. e agg. (pl. m. -i) [sec. XIV; dal latino idiōta, incompetente, ignorante, che risale al greco idiotēs, propr. semplice cittadino].

1) Sm. soggetto caratterizzato da limitato sviluppo dell'intelligenza, sia per congenito difetto evolutivo, sia per arresto di sviluppo dovuto a malattie, che colpiscono il cervello durante l'età evolutiva, come l'idiozia. In particolare, la psicologia usa l'espressione idiota sapiente (più spesso alla francese idiot savant) per indicare un individuo di efficienza intellettiva inferiore alla norma, spesso in misura considerevole, ma che possiede qualche specifica abilità decisamente sviluppata. Frequente l'abilità di fare mentalmente calcoli estremamente complessi.

2) Per estensione, persona priva di buon senso; sciocco, stupido; in particolare, usato spesso come epiteto ingiurioso: sei un perfetto idiota.

3) Anticamente, persona rozza.

4) Agg., che denota scarsa intelligenza; deficiente: uno scherzo idiota; avere un'espressione idiota.

Media


Non sono presenti media correlati