Questo sito contribuisce alla audience di

immunoistochìmica

sf. [immuno-+ isto-+chimica]. Tecnica di identificazione dei siti antigenici nei tessuti mediante l'uso di coloranti fluorescenti legati all'anticorpo specifico. Il metodo può essere applicato a sezioni di tessuto oppure a cellule in monostrato coltivate in vitro, o anche a cellule in sospensione, e varia secondo il tipo di antigene e del materiale impiegato. Possono così essere messi in evidenza: recettori di vario tipo della superficie cellulare; enzimi, come le amminopeptidasi, il glicerolo-3-fosfato deidrogenasi, la feniletanolammina-N-metiltransferasi, le fosforilasi, ecc.; l'immunoglobulina, localizzata sulla superficie dei linfociti ottenuti dal midollo osseo.

Media


Non sono presenti media correlati