Questo sito contribuisce alla audience di

istogènesi

sf. [sec. XVIII; isto-+genesi]. Processo di differenziazione cellulare con modificazioni di forma e di struttura che, partendo da cellule indifferenziate, conduce alla formazione dei tessuti specializzati, dopo che si sono già formati gli abbozzi dei vari organi. Praticamente tutto il differenziamento embrionale ha come finalità ultima il differenziamento tessutale, in modo da permettere all'individuo adulto di svolgere tutte le funzioni necessarie per la vita. Modernamente lo studio dei processi istogenetici viene condotto, oltre che con metodi morfologici descrittivi, anche con metodi di citochimica e istochimica. Si cerca di rintracciare quegli stadi di cellule apparentemente indifferenziate nei quali invece avvengono quelle organizzazioni macromolecolari che permettono in seguito lo svolgimento dei processi istogenetici. Inoltre, mentre si pensava che dai tre foglietti embrionali della gastrula dei Metazoi derivassero specificamente vari tessuti, si è visto invece che non c'è questa specificità assoluta e che cellule ectodermiche trapiantate su mesoderma di un altro embrione allo stadio di gastrula possono dare origine a tessuti connettivali, come cartilagine o muscolo, secondo la posizione del trapianto.

Media


Non sono presenti media correlati