Questo sito contribuisce alla audience di

joint venture

loc. inglese (propr. rischio congiunto) usata in italiano come sf. Contratto atipico di collaborazione fra imprese che si associano con il carattere della temporaneità e della occasionalità, senza dar vita a una nuova impresa o a un patrimonio autonomo, ma acquisendo una responsabilità solidale nei confronti dei terzi, per l'esercizio in comune di uno o più affari. Le joint venture possono assumere differenti tipologie a seconda delle diverse operazioni che i contraenti decidono di porre in essere e dei fattori produttivi (capitali, know-how, brevetti, ecc.) messi in comune. Particolarmente diffusa nella pratica commerciale dei Paesi anglosassoni, tale fattispecie contrattuale si va diffondendo anche in Italia soprattutto fra le aziende che lavorano con partner esteri (tipicamente nel campo dell'edilizia e della progettazione). Nell'ordinamento italiano le joint venture sono disciplinate facendo ricorso alle figure contrattuali affini: società, associazione in partecipazione, consorzi con attività esterna, gruppi societari.

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti