Questo sito contribuisce alla audience di

lacònico

Guarda l'indice

Lessico

agg. e sm. (f. -a; pl. m. -ci) [sec. XVI; dal latino Laconícus, dal greco Lakōnikós, da Lákōn, spartano; nel senso 4 dal latino laconícum, così detto perché supposto originario di Sparta].

1) Proprio della Laconia e dei suoi abitanti: dialetto laconico (o laconico sm.); abitante o nativo della Laconia e in particolare di Sparta.

2) Per estensione, riferito al parlare e allo scrivere, conciso, stringato fino a risultare eccessivamente breve: risposta laconica; uomo laconico, di poche parole.

3) Nella metrica classica il tetrametro anapestico catalettico (Lakōnikòn métron) con spondeo nella settima sede e dieresi tra i due dimetri (◡ ◡ ` ◡ ◡ ` ◡ ◡ ` ◡ ◡ ` / ◡ ◡ ` ◡ ◡ ` _ ` a) usato soprattutto nei canti militari di marcia dei Dori della Laconia.

4) Nelle terme romane, vano destinato al bagno di sudore in aria surriscaldata secca. Solitamente accessibile dai tepidaria, e alternativo al calidarium, il laconico era frequentemente a pianta centrale, con copertura a volta. Per la solidità delle sue strutture è tra gli ambienti meglio conservati delle terme romane.

Linguistica

Antico dialetto greco appartenente al gruppo dorico, di cui si hanno iscrizioni, glosse e qualche attestazione letteraria. Vi si distingue una fase cronologica più antica (che comprende anche i dialetti delle colonie di Taranto ed Eraclea) e una più recente del periodo alessandrino e romano. Le principali caratteristiche del laconico sono il passaggio di e a i davanti a o, il passaggio di s intervocalico a h, e, in epoca più recente, il passaggio di th a s e il rotacismo di s finale.

Arte: ceramica

Classe di ceramica greca fabbricata a Sparta dal periodo geometrico all'età ellenistica, ma che raggiunse la sua maggior fioritura, con un proprio stile a figure nere, solo dal 600 al 530 a. C., quando i vasi laconici (soprattutto coppe con interno figurato) furono esportati in Asia Minore, Africa, Etruria e a Taranto. Caratteristiche sono la ricca decorazione vegetale, la vivacità dei colori, spesso l'originalità dei soggetti, la notevole conoscenza dell'anatomia umana e l'abilità nella rappresentazione degli animali.

Media


Non sono presenti media correlati