Questo sito contribuisce alla audience di

ontologismo

sm. [sec. XIX; da ontologia]. Teoria che afferma la possibilità di giungere alla conoscenza di Dio solo attraverso un'“intuizione a priori” e di questa fa la base per ogni altra conoscenza: il principio fu accettato nel Settecento da Malebranche, che definiva la “visione in Dio” la via normale per giungere alla conoscenza. Nell'Ottocento vi aderirono: Gioberti, che vede le verità ideali intuite come “rifatte” nella riflessione; e Rosmini, per il quale l'uomo ha l'intuizione diretta dell'Ente in tre ordini diversi di determinazioni: l'Ente ideale, cioè Dio principio della nostra conoscenza; l'Ente reale, sempre Dio in quanto principio delle cose create; l'Ente morale, cioè Dio in quanto fine ultimo dell'uomo.

Media


Non sono presenti media correlati