Questo sito contribuisce alla audience di

pectina

sf. [sec. XIX; da pecto-+-ina]. Sostanza di origine vegetale che ha la proprietà di formare gelatine in soluzioni acide. È chimicamente costituita da polisaccaridi ad alto peso molecolare, simili ai galattani, e rappresenta un costituente ordinario della parete delle cellule nella polpa e nella buccia di frutti carnosi. La pectina commerciale, che si ottiene per estrazione dalla buccia degli agrumi, delle mele, dalle barbabietole, ecc., è una polvere bianca o giallastra inodore, che si scioglie in acqua formando soluzioni viscose fortemente destrogire. Le soluzioni acquose gelatinizzano in presenza di acidi con gli zuccheri. La pectina è insolubile in alcol e in altri solventi organici. Viene largamente usata nell'industria alimentare per la preparazione di marmellate, gelati, succhi di frutta, conserve, ecc., oltre che in cosmesi e in microbiologia.