Questo sito contribuisce alla audience di

praseodìmio

sm. [sec. XIX; dal greco prasêios (lettura erronea per prásinos, dal color del porro, verdastro)+(di)dimio]. Elemento chimico della famiglia dei lantanidi, di simbolo Pr, numero atomico 59 e peso atomico 140,90. La crosta terrestre ne contiene in media il 5·10-4%, mai sotto forma di minerali autonomi ma sempre accompagnato dagli altri lantanidi, in particolare da quelli a peso atomico più basso, nella monazite, nella bastnaesite, ecc. L'estrazione del praseodimio e dei suoi sali allo stato puro presenta gravi difficoltà a causa delle loro analogie di comportamento con gli altri lantanidi e non riveste attualmente importanza tecnica. Il praseodimio allo stato di elemento libero si presenta come un metallo di colore giallo-argenteo, che si ossida lentamente all'aria e fonde a 935 ºC. Nella maggior parte dei suoi composti, che sono in genere di colore verde, si comporta come elemento trivalente, eccezionalmente come tetravalente.

Media


Non sono presenti media correlati