Questo sito contribuisce alla audience di

sociografìa

sf. [socio-+-grafia]. Termine introdotto nel 1913 dall'etnografo olandese S. R. Steinmetz in riferimento agli studi che descrivono le condizioni di vita nelle società industriali sviluppate, e tuttora usato presso le scienze sociali dei Paesi Bassi quale sinonimo di socio-geografia. Più nota l'accezione che ne formulò nel 1931 F. Tönnies per designare gli studi sociologici che non si fondano sulla riflessione teorica, ma unicamente sulla ricognizione empirica, proponendosi finalità puramente descrittive attraverso l'uso di metodi induttivi largamente imperniati sull'analisi statistica.

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti