Questo sito contribuisce alla audience di

zoGalati Mamertino

comune in provincia di Messina (140 km), 790 m s.m., 39,06 km², 3127 ab. (galatesi), patrono: san Giacomo (24-25 luglio).

Centro situato sul versante nordoccidentale del pizzo di Ucina; è compreso nel Parco Regionale dei Nebrodi. Il borgo, di origini arabo-normanne, è citato nel 1124; dal 1320 fu feudo di Blasco Lanza, e in seguito di altre nobili famiglie. § Sussistono i ruderi del castello medievale. La chiesa madre, dedicata all'Assunta, conserva un'Annunciazione (1552) di Antonino Gagini, una Trinità di Antonello Gagini e Aurelio Basilicata e un Martirio di sant’Agata di Pietro Novelli. La chiesa di Santa Caterina ospita una scultura raffigurante la santa (1550) di Antonino Gagini e un Crocifisso ligneo di fra' Umile da Petralia; un notevole tabernacolo in marmo gaginesco è nella chiesa del Rosario. § L'economia si basa sull'agricoltura (uva, olive, nocciole, ortaggi) e sull'allevamento (ovini, bovini, caprini). Nei dintorni si trova Milè, borgo antico dall'architettura perfettamente conservata.