Il romanticismo

Introduzione

Il romanticismo si diffonde per tutto l'Ottocento: in un certo senso è la cultura del secolo. Non è una semplice contrapposizione alla razionalità dell'illuminismo, anche se rispetto alla ragione mette l'accento sulla fecondità della passione, dell'irrazionalità e dell'indicibile. In realtà il romanticismo si presenta in sorprendente continuità con la ricerca illuministica del "moderno"; però, come se la sua maturazione si manifestasse in una sorta di trasgressione e di radicale novità culturale. D'altra parte,il romanticismo per tutto l'Ottocento raccoglierà orientamenti diversi e contrastanti : dall'esaltazione di un libertario individualismo alla proposta del più introverso, se non reazionario, spirito di conservazione. In Italia la polemica romantica è condotta dalle riviste "Il Conciliatore"e "L'Antologia": esponenti di spicco sono Giovanni Berchet e Silvio Pellico. Collaterali al romanticismo sono gli esiti altissimi della poesia in dialetto del milanese Carlo Porta e del romano Gioacchino Belli.