Questo sito contribuisce alla audience di

Ècale

(greco Hekálē; latino Hecăle), personificazione mitica del demo omonimo nel territorio dell'antica Atene, e protagonista del mito d'origine del culto di Zeus Hekalésios che vi aveva un tempio e una festa (Hekalésia). Ecale era una vecchia che aveva propiziato, con un sacrificio a Zeus, il ritorno vittorioso di Teseo, suo ospite per una notte e un giorno, dal combattimento contro il toro di Maratona. Teseo, riconoscente, tornò da lei, e, trovatala morta, fondò in suo onore il culto di Zeus Hekalésios. Callimaco trasse lo spunto dalla leggenda di Ecale per il suo carme omonimo.

Media


Non sono presenti media correlati