Questo sito contribuisce alla audience di

Óltre le fòrze umane

(Over Aevne). Dramma dello scrittore norvegese B. Bjørnson, in due parti pubblicate rispettivamente nel 1883 e nel 1895 e rappresentate a Oslo nel 1899. La prima, forse il capolavoro del drammaturgo norvegese, è di carattere religioso e prospetta, nel paesaggio quasi surreale dell'estremo nord della Norvegia, la figura del pastore Sang, un taumaturgo che riesce a guarire la moglie inferma, ma per poi vederla morire all'improvviso e per morire a sua volta, folgorato dal dubbio che il miracolo non sia né la prova, né l'effetto di una realtà soprannaturale. La seconda parte è di carattere sociale e dà un fosco quadro di lotte tra capitale e lavoro, con una finale invocazione alla bontà e alle sagge riforme.

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti