Questo sito contribuisce alla audience di

Štrougal, Lubomiř

uomo politico ceco (Vaselí nad Lužnici 1924). Entrato nel Partito comunista cecoslovacco nel 1945, fu segretario del Comitato regionale boemo dal 1955 al 1957. Membro del Comitato centrale (1958), divenne ministro dell'Agricoltura (1959-61) nel gabinetto Novotny. Vice primo ministro e presidente del Consiglio economico (1968) con A. Dubcěk, dopo l'invasione delle truppe del Patto di Varsavia la conseguente estromissione dello stesso, seppe comunque destreggiarsi nel nuovo clima politico determinatosi in Cecoslovacchia, divenendo nel 1970 presidente del Consiglio, carica che mantenne sino al 1988. Nel 1990 fu espulso dal partito insieme ad altri esponenti della politica cecoslovacca affermatisi dopo il 1968. Nel dicembre 2001 è stato dichiarato non colpevole al termine di un processo che lo vedeva accusato di abuso di potere nella copertura di alcuni crimini commessi dalla polizia segreta.