Questo sito contribuisce alla audience di

Żeleński, Tadeusz

critico e scrittore polacco noto anche con lo pseudonimo di Boy (Varsavia 1874-Leopoli 1941). Si fece notare con la raccolta di canzoni satiriche Paroline (1913), espressione di quel gusto dissacratore che caratterizzò il cabaret letterario Zielony Balonik (Palloncino rosso) di cui Żeleński fu uno dei fondatori. Un pittoresco e ironico quadro della Cracovia artistica è la raccolta di saggi Conosci quel paese? (1931). Ma la fama di Żeleński è soprattutto legata alla sua attività di traduttore (un centinaio di volumi da Villon a Rabelais, Pascal, Molière, Stendhal, Balzac) e di critico anticonvenzionale (Flirt con Melpomene, 1920-32; Contabilità su Fedro, 1934).

Media


Non sono presenti media correlati