Questo sito contribuisce alla audience di

Żmichowska, Narcyza

scrittrice polacca nota anche con lo pseudonimo di Gabriela (Varsavia 1819-1876). Diede inizio alla prosa psicologica polacca in romanzi dalle problematiche sociali (Il libro dei ricordi, 1848; La rosa bianca, 1861), ma colse il maggior successo con La pagana (1846), dove svolse il tema dell'individualismo estetizzante contrapposto all'esigenza etica del dovere verso la società.

Media


Non sono presenti media correlati