Questo sito contribuisce alla audience di

Abacuc

profeta minore dell'Antico Testamento. Non si hanno notizie biografiche al suo riguardo. Il libro omonimo, in tre capitoli, contiene lamenti e invettive contro gli empi e gli oppressori, annuncia il sorgere della potenza devastatrice dei Caldei (Babilonesi) e si conclude con un grandioso inno a Yahweh, signore della storia. Il riferimento ai Babilonesi consente di datare fra il 625 e il 587 a. C. la redazione finale del libro, che include peraltro unità letterarie risalenti anche a epoche più antiche.

Media


Non sono presenti media correlati