Questo sito contribuisce alla audience di

Abe, Kōbō

scrittore giapponese (Tōkyō 1924-1993). Raggiunse la notorietà nel 1951 con il romanzo La parete, che rivelò immediatamente il suo eccezionale talento e la sua propensione per il racconto allegorico e satirico di sapore surreale. I temi principali sviluppati da Abe nelle proprie opere sono la fondamentale irrazionalità della vita moderna, l'isolamento dell'individuo e l'impossibilità di capire e farsi capire dal prossimo. Tra le sue opere più note: i romanzi La donna di sabbia (1964), Il volto dell'altro (1964), La mappa bruciata (1967), i drammi L'uomo che divenne un bastone (1958) e Amici (1967), piccolo capolavoro del teatro dell'assurdo. Dopo aver pubblicato i romanzi L'uomo della scatola (1974), in cui Abe pone il problema, che lascia insoluto, se sia possibile affermare la propria indipendenza o se si tratti di un vago velleitarismo, e Incontri segreti (1977), in cui il sesso, vissuto ossessivamente, è il tema dominante, Abe riprese la pubblicazione di novelle (rappresentativa della sua vena simbolico-realistica è L'arca Sakuramaru, 1984), e un'intensa produzione drammaturgica. Nel 1986 pubblicò Le balene corrono verso la morte, che ottenne vasta risonanza in Giappone e lo confermò come uno degli scrittori di maggior rilievo sulla scena letteraria degli ultimi anni; l'opera costituì un ulteriore passo avanti in una scrittura segnata da tecniche di sapore surrealistico e paradossale che hanno fatto spesso parlare di Abe come di un erede spirituale di F. Kafka o S. Beckett. Dopo un lungo periodo di silenzio, lo scrittore pubblicò nel 1991 il suo ultimo romanzo, L’agenda del canguro, che sviluppava uno dei temi a lui più cari, quello dell'uomo trasformato progressivamente in un oggetto o in un vegetale, vittima dell'ambiente che lo circonda e che gli nega ogni libertà. La narrazione si svolge attraverso la successione di immagini desolate e sconvolte simbolo, per la stessa ammissione dell'autore, di una condizione di vita tesa verso la morte, ma allo stesso tempo incapace di raggiungerla definitivamente. Scrittore di portata internazionale, Abe è stato candidato al premio Nobel e molto apprezzato anche all'estero, soprattutto negli Stati Uniti, in Francia e in Germania.

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti