Questo sito contribuisce alla audience di

Aisóne

comune in provincia di Cuneo (31 km), 834 m s.m., 36,87 km², 257 ab. (aisonesi), patrono: Natività di Maria Vergine (prima domenica di settembre).

Centro situato nella valle della Stura di Demonte, ai piedi della parete calcarea delle Chiavardine, nel cuore di un'area boschiva di rilevante interesse paesaggistico. Parte della Marca aleramica, passò nel 1183 ai marchesi di Saluzzo. Possedimento degli Angioini (seconda metà sec. XIII), tornò ai marchesi di Saluzzo. Dopo alterne vicende nel 1606 entrò a far parte del dominio dei Savoia.§ Di pregio è la parrocchiale della Natività di Maria Santissima, affiancata da un campanile romanico aperto da bifore, che conserva un fonte battesimale in marmo del sec. XV. Alle spalle del paese, in grotte di origine erosiva, sono stati rinvenuti manufatti preistorici.§ L'economia si basa sull'agricoltura (patate, ortaggi, cereali) e coltivazione specializzata di piccoli frutti. Si pratica l'allevamento ovino e bovino. L'attività turistica, sostenuta dal comparto enogastronomico, è legata alla villeggiatura estiva (escursioni e percorsi naturalistici in tutta la valle) e invernale (sci di fondo).

Media


Non sono presenti media correlati