Questo sito contribuisce alla audience di

Ala

comune in provincia di Trento (41 km), 180 m s.m., 119,87 km², 7348 ab. (alensi), patrono: Maria Santissima Assunta (15 agosto).

Centro della val Lagarina, situato alla sinistra dell'Adige. Di antiche origini, fu gastaldia dei principi-vescovi di Trento e libero comune nel Medioevo (sec. XII), quindi feudo dei Castelbarco di Gresta. Passato ai veneziani (sec. XV), divenne importante centro manifatturiero, dove fiorì la tessitura della seta e dei velluti (sec. XVII). Occupato dalle truppe italiane durante la prima guerra mondiale, divenne un'importante base di rifornimento dei reparti operanti in questa zona del fronte.§ La parrocchiale di Santa Maria Assunta, a una navata, con grandi altari barocchi, conserva dipinti di artisti veronesi dei sec. XVI-XVIII. Vi sorgono inoltre alcune dimore nobiliari quali i palazzi Angelini (secentesco, ma con nucleo originario risalente al sec. XV), Taddei e Pizzini. Nei pressi di Ala sorge la chiesa romanica di San Pietro in Bosco, con campanile abbellito da bifore e cuspide in cotto veronese, che conserva al suo interno affreschi del sec. XIII.§ L'agricoltura produce uva da vino. L'industria opera nei settori metalmeccanico, estrattivo (porfido), alimentare, lattiero-caseario, cartario, del legno e delle materie plastiche. Rilevante l'attività turistica: è punto di partenza per escursioni sui monti Lessini.

Media


Non sono presenti media correlati
. Webtrekk 3.2.2, (c) www.webtrekk.com -->