Questo sito contribuisce alla audience di

Aldèlmo

monaco anglosassone, santo (Wessex ca. 640-Doulting 709). Abate di Malmesbury e vescovo di Sherborne (705), propugnò l'introduzione degli usi romani. Scrisse De metris et aenigmatibus (in cui vi sono testi classici, specie di Virgilio) e De virginitate, testimonianza sulla vita nei conventi femminili del tempo. Sono purtroppo perduti i suoi cantici popolari in vernacolo, che gli meritarono l'epiteto di “principe della poesia anglosassone”. Il Medioevo lo ebbe in grande considerazione e il venerabile Beda lo definì “uomo dottissimo e versatile”. Festa il 25 maggio.

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti