Questo sito contribuisce alla audience di

Alys, Francis

artista belga (Anversa 1959). Dopo gli studi di architettura si trasferisce nel 1987 a Città del Messico. Le opere di Alys mettono in discussione il posto che l'arte occupa all'interno della società. La sua produzione artistica si suddivide in paseos (passeggiate), video, installazioni e pittura. I quadri, per via della figurazione semplificata e dei contenuti narrativi e didascalici, sono ascrivibili ad un genere di pittura di facile lettura popolare. Per il progetto “The Sign Painting Project 1993-97” presentato nel 2006 al museo Schaulager di Basilea ha riflettuto sui concetti di collaborazione e originalità chiedendo a pittori locali di Città del Messico di riprodurre e copiare alcune delle sue tele. Tra gli esempi di paseos, intrapresi dalla metà degli anni Novanta, vi sono quello compiuto nel 1991 quando l'artista ha passeggiato per le strade di Città del Messico tenendo al guinzaglio un cane magnetico che raccattava tutte le parti metalliche che incontrava sul suo cammino o quando a San Paolo del Brasile nel 1995 ha percorso le strade con un barattolo di vernice che sgocciolava e si è perso nella città, riuscendo poi a ritrovare la strada del ritorno grazie alla scia tracciata alle sue spalle. Ha esposto alle Biennali di Venezia del 2001 e del 2007.