Questo sito contribuisce alla audience di

Argentèra (Cuneo)

comune in provincia di Cuneo (60 km), 1684 m s.m., 76,52 km², 101 ab. (argentesi o argenteresi), patrono: santi Pietro e Paolo (29 giugno).

Centro esteso nell'alta valle della Stura di Demonte, situato sulla strada che conduce al colle della Maddalena, al confine con la Francia; sede comunale è Bersezio. Il borgo è immerso in un'area boschiva incontaminata e di grande interesse naturalistico. Di origine romana, dalla seconda metà del sec. XII fu possesso dei marchesi di Saluzzo e passò ai Savoia nel 1606. Per la sua posizione strategica ebbe notevole importanza commerciale, ma fu anche luogo di transito di numerosi eserciti, tra i quali quello napoleonico. L'ottocentesca parrocchiale di San Pietro conserva un crocifisso ligneo del Cinquecento. § L'economia si basa sull'agricoltura (segale, patate, orzo), l'allevamento bovino e il turismo di villeggiatura, legato soprattutto agli sport invernali.