Questo sito contribuisce alla audience di

Arsàcidi

dinastia iranica che, fondata da Arsace verso la metà del sec. III a. C., si affermò tra la fine del sec. III e gli inizi del II a. C. e regnò sull'Iran fino all'avvento dei Sassanidi (224 d. C.). Atteggiatisi a discendenti degli Achemenidi (attraverso Artaserse II, il cui nome originario fu appunto Arsace), essi diedero vita a un grande e fortissimo impero feudale, che rappresentò il massimo antagonista della potenza romana in Oriente. Verso il 171 a. C., col primo anno di regno di Mitridate I, che sconfisse a ovest i Seleucidi e a est i Greci di Battriana, gettando le basi di una nuova potenza iranica, si data l'inizio dell'Impero arsacide. Con gli Arsacidi, che non ripudiarono l'eredità culturale e talvolta anche politica dei Greci, si diffuse una sorta di poesia trovadorica: menestrelli frequentavano le corti feudali cantando motivi tradizionali dell'epica eroica e della mitologia iraniche.

Media


Non sono presenti media correlati