Questo sito contribuisce alla audience di

Bàio, Michèle

(francese Michel de Bay; latino Baius), teologo cattolico belga (Mélin 1513-Lovanio 1589). Professore di Sacra Scrittura nell'Università di Lovanio dal 1552, vi promosse, insieme con J. Hessels, una riforma degli studi teologici, consistente soprattutto nel porre a loro fondamento la lettura delle fonti bibliche e patristiche. Influenzato particolarmente dal pensiero agostiniano, si espresse intorno al problema dei rapporti tra grazia divina e libero arbitrio in termini che precorrevano le dottrine del giansenismo, e che gli attirarono ripetute condanne (da parte della Sorbona nel 1563 e da parte dei papi Pio V e Gregorio XIII rispettivamente nel 1567 e nel 1579) alle quali si sottomise. Trai suoi scritti sono il De libero arbitrio, il De meritis operum, il De peccato originis e altri concernenti la medesima problematica.

Media


Non sono presenti media correlati