Questo sito contribuisce alla audience di

Březina, Otokar

pseudonimo del poeta ceco Václav Jebavý (Počátky 1868- Jaroměřice nad Rokytnou 1929). Massimo rappresentante del simbolismo ceco e creatore del verso libero, influì molto sui poeti contemporanei. I suoi 5 libri di versi ne rispecchiano la lotta intima per capire il senso dell'esistenza. Cantò la fugacità della vita e della giovinezza (Misteriose lontananze, 1895); celebrò il dolore e la morte (Alba a occidente, 1896); esaltò le forze vitali del cosmo (Venti dai poli, 1897); espresse la sua fede nell'amore universale, nella fratellanza di tutti a cui è affidata la salvezza del mondo (I costruttori del tempio, 1899; Le mani, 1901). Con il quinto libro di versi si conclude praticamente l'opera poetica di Březina, che in seguito pubblicò solo saggi sulla poesia (La musica delle sorgenti, 1903), dove più chiaramente espresse il suo misticismo.

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti