Questo sito contribuisce alla audience di

Bach, Richard

scrittore statunitense (Oak Park, Illinois, 1936). Dopo aver cominciato la carriera di pilota dell'Aeronautica Militare degli Stati Uniti, si è dedicato alla narrativa, traendo ispirazione inizialmente dalle sue esperienze di volo. Ha esordito con il racconto Stranger to the Ground (1963; Straniero alla terra), seguito da Biplane (1966; Biplano) e da Nothing by Chance (1969; Niente per caso). Ma è nel 1970 che Bach ha raggiunto la massima popolarità grazie a Jonathan Livingston Seagull (Il gabbiano Jonathan Livingston), metafora sul destino dei “diversi” e sulla liberazione dalla logica utilitaristica della società contemporanea, attraverso la figura di un gabbiano, simbolo della ricerca dell'assoluto. Anche in Illusions (1977; Illusioni), l'autore ha riproposto il tema della fuga verso un mondo più suggestivo e più appagante dal punto di vista spirituale. Successivamente ha pubblicato The Bridge Across Forever (1984; Un ponte sull'eternità), One (1988; Uno), Running from Safety (1994; trad.it. Via dal nido), riflessione sui temi fondamentali dell'esistenza, sempre con riferimenti alla metafora del volo come affermazione dell'identità dell'individuo e Out of my Mind (1999; trad. it. Le ali del tempo), Flying (2003), Manuale del Messia - Una guida per l'anima progredita (2005), Il libro ritrovato - Le risposte che aiutano a vivere (2005).

Media


Non sono presenti media correlati