Questo sito contribuisce alla audience di

Barbarésco

comune in provincia di Cuneo (72 km), 274 m s.m., 7,57 km², 641 ab. (barbareschesi), patrono: san Giovanni Battista (24 giugno).

Centro delle Langhenordoccidentali, situato su un colle alla destra del fiume Tanaro, in un ambiente caratterizzato dalla coltivazione della vite. Feudo dei conti di Loreto, fu ceduto nel 1014 all'abbazia di Fruttuaria. Tornò ai Loreto nel 1091 e nel 1142 passò ai signori di Agliano. A partire dal 1201 fu a lungo conteso tra Alba e Asti, finché, alla fine del sec. XIV, fu possesso dei marchesi del Monferrato e nel 1631 dei Savoia in seguito al Trattato di Cherasco.§ Tra i monumenti si segnalano la quadrangolare torre medievale appartenente all'antico castello e la settecentesca parrocchiale di San Giovanni Battista con una bella facciata a due ordini. L'ottocentesca chiesa della Confraternita di San Donato, sconsacrata, ospita l'Enoteca Regionale del Barbaresco.§ La principale risorsa economica è rappresentata dalla viticoltura, cui è legata la produzione dei pregiati vini barbaresco e nebbiolo (DOCG). A questa si affiancano la coltivazione di cereali e ortaggi e l'allevamento bovino.

Media


Non sono presenti media correlati