Questo sito contribuisce alla audience di

Barnim

nome di tredici duchi di Pomerania (sec. XIII-XVI). I principali sono: BarnimI, detto il Buono (ca. 1209-1278). Figlio di Boghislao II duca di Pomerania-Stettino, cui succedette nel 1220 (nei primi anni governò sotto la tutela della madre). Nel 1250 dovette riconoscere la supremazia del margravio di Brandeburgo e, pur essendo di origine polacca, favorì, con l'appoggio del clero, la penetrazione germanica nel ducato. § BarnimIII, detto il Grande (ca. 1303-1368). Lottò aspramente dapprima insieme al padre Ottone (dal 1320) e poi solo (dal 1344) contro il Brandeburgo, sottraendo la Pomerania alla sua influenza (1332) e ottenendo il riconoscimento dell'immediata dipendenza dall'impero (1338). A spese del Brandeburgo e con l'appoggio dell'imperatore Carlo IV ampliò i propri domini, acquistando nel 1354 la parte orientale dell'Uckermark. § BarnimXI, duca di Pomerania-Stettino (1501-1573). Adottò il luteranesimo e lo introdusse nelle sue terre (ca. 1537), aderendo anche alla Lega di Smalcalda (1531). Nel 1529 (accordi di Grumzen) riaffermò l'autonomia del Ducato dal Brandeburgo. Durante il suo regno divenne definitiva la divisione fra la Pomerania Orientale, o di Stettino, e quella Occidentale, retta da suo nipote Filippo di Pomerania-Wolgast (1541) e dai suoi discendenti.

Media


Non sono presenti media correlati