Questo sito contribuisce alla audience di

Benedétto, Luigi Fóscolo

filologo e critico italiano (Cumiana 1886-Torino 1966). Studioso di letterature comparate, si ispirò, nella ricerca filologica, ai principi della scuola storica e della storiografia romantica francese, conciliando l'erudizione con l'interesse per i valori formali. Lasciò una magistrale edizione (1927) de Il Milione di Marco Polo. Tra i suoi studi si ricordano: Il “Roman de la rose” e la letteratura italiana (1910), Le origini di Salammbô (1920), Il cantico di frate Sole (1941), L'epopea di Roncisvalle (1941), La Parma di Stendhal (1950), Uomini e tempi (1953).

Media


Non sono presenti media correlati