Questo sito contribuisce alla audience di

Beneke, Friedrich Eduard

filosofo tedesco (Berlino 1798-1854). Si occupò particolarmente di psicologia e di etica. Ebbe vita travagliatissima, anche a causa delle avversioni che il suo pensiero, di derivazione empiristica, suscitò nei principali esponenti dell'imperante hegelismo. Alla base di tutte le scienze Beneke pone la psicologia, intesa come analisi dei processi psichici per mezzo dell'esperienza interiore. Egli rifiuta dunque di mutuare dalla matematica il metodo d'indagine; anzi, sostiene che la stessa filosofia della natura, l'etica e la religione derivano dalla psicologia. Le opere principali sono: Erfahrungsseelenlehre als Grundlage alles Wissen in ihren Hauptzügen dargestellt (1820; Insegnamento dell'esperienza dell'anima come fondamento di tutto il sapere, presentato nei suoi punti principali), Lehrbuch der Psychologie als Naturwissenschaft (1833; Manuale della psicologia come scienza della natura).

Media


Non sono presenti media correlati