Questo sito contribuisce alla audience di

Bianchi, Confratèrnita dei-

associazione religiosa di penitenti diffusa in Italia alla fine del sec. XIV. Sorti a Chieri in reazione alle stragi e ai delitti consumati da Facino Cane nella guerra tra i Savoia e il Monferrato, essi scendevano nelle strade in lunghe vesti bianche, ricoperti di un cappuccio con solo due fori per gli occhi, al grido di “pace e misericordia” e flagellandosi a sangue. Il movimento si diffuse presto in molte regioni italiane riscuotendo l'adesione entusiastica delle folle. Lo stesso papa Bonifacio IX, dapprima perplesso, vi diede poi la sua adesione sperando in un rinnovamento degli spiriti e dei costumi. In effetti queste confraternite seppero riportare la pace in molte città discordi. Le processioni di penitenza finirono con la peste del 1400.

Media


Non sono presenti media correlati