Questo sito contribuisce alla audience di

Boétti, Giovan Battista Curióne

domenicano (Piazzone Monferrato 1743-Solovetsk 1791). Missionario in Oriente, rivelò un bizzarro spirito d'avventura e fondò una nuova religione, in cui accostava elementi cristiani ad altri musulmani; raccolse ca. 80.000 adepti e alla loro testa, come profeta al-Manṣūr (Vittorioso), sottomise l'Armenia, il Kurdistan, la Georgia e la Circassia, che organizzò in impero teocratico. Puntò poi su Costantinopoli, ma venne fatto prigioniero dai Russi e relegato in un'isola.

Media


Non sono presenti media correlati