Questo sito contribuisce alla audience di

Borutta

comune in provincia di Sassari (38 km), 471 m s.m., 4,76 km², 318 ab. (boruttesi), patrono: santa Maria Maddalena (22 luglio).

Centro del Logudoro, situato sul versante meridionale del monte Pelao. Parte della curatoria del Meilogu, nel Giudicato di Torres (sec. XI), passato nel 1255 ai Doria, divenne possesso degli Aragonesi nel sec. XV. Dopo la dominazione spagnola, nel 1750 fu incluso dai Savoia nel Marchesato di Valdecalzana; fu poi feudo dei Martinez e infine riscattato al demanio nel 1839.§ Nel territorio sorge la basilica di San Pietro di Sorres: l'edificio originario, in stile romanico-pisano, fu eretto tra la fine del sec. XI e il XII e fu sede della diocesi di Sorres fino al 1503. La ricostruzione, assieme all'attiguo monastero benedettino che ospita un importante centro di restauro del libro, ha mantenuto l'alternanza a fasce di calcare chiaro e trachite scura della struttura originaria; conserva parti dell'altare e del pulpito originari e un sarcofago vescovile del sec. XII. La facciata è divisa in tre ordini con un semplice portale e una stretta bifora.§ L'economia si basa in prevalenza sull'allevamento di ovini, caprini, suini e bovini e sulla lavorazione e la concia delle pelli.

Media


Non sono presenti media correlati