Questo sito contribuisce alla audience di

Bousoño, Carlos

poeta e critico spagnolo (Boal, Asturie, 1923). Le sue prime raccolte – Subida al amor (1945), Primavera de la muerte (1946), poi riunite in Hacia otra luz (1950) – sono improntate a un nudo esistenzialismo animato da tensioni religiose. Tale dialettica tra gli interrogativi dell'esistenza e le risposte della fede si mantiene attiva in tutta la sua produzione, da Noche del sentido (1957), che registra un progressivo scivolamento verso la speculazione astratta e un certo scetticismo metafisico, a Oda a la ceniza (1967), a Metáfora del desafuero (1988). Notevole anche la sua produzione saggistica: La poesía di Vicente Aleixandre (1950), Superrealismo poético y simbolización (1979). Nel 1993 ha ricevuto il premio Nazionale delle Letterature Spagnole e nello stesso anno ha pubblicato El ojo del la aguja. Membro dell'Accademia Reale spagnola dal 1979 e della Società Spagnola d'America e anche socio onorario della Società di Studi spagnoli e ispanoamericani dell'Università del Colorado.

Media


Non sono presenti media correlati