Questo sito contribuisce alla audience di

Brusnéngo

comune in provincia di Biella (18 km), 295 m s.m., 10,42 km², 2101 ab. (brusnenghesi), patrono: santi Pietro e Paolo (29 giugno).

Centro situato sulle colline biellesi, alla destra del torrente Rovasenda. Di probabile origine longobarda, fece parte del feudo di Masserano e ne seguì le sorti, passando dall'episcopato di Vercelli ai Fieschi (1394) e ai Ferrero-Fieschi (1517). Nel 1556 e nel 1645 fu saccheggiato dalle truppe spagnole. Nel 1741 entrò a far parte dei domini sabaudi. La parrocchiale dei Santi Pietro e Paolo è un rifacimento settecentesco di un più antico edificio.§ L'economia si basa sull'industria, attiva nei settori laniero (dipanatura), meccanico (carpenteria in ferro, produzione di serrature), alimentare, dell'abbigliamento e della lavorazione del legno. Importanti la viticoltura (vini DOC) e l'allevamento bovino e ovino.

Media


Non sono presenti media correlati