Questo sito contribuisce alla audience di

Calòsso, Umbèrto

critico letterario e uomo politico italiano (Belveglio 1895-Roma 1959). Antifascista militante, collaborò all'Ordine nuovo di Gramsci e a La Rivoluzione liberale di Gobetti e visse dal 1931 in esilio. Dai microfoni di radio Londra condusse un'efficace e caustica campagna contro il nazifascismo. Fu deputato socialista alla Costituente e alla Camera (1948-53). Libero docente di letteratura italiana, pubblicò due volumi di critica: L'anarchia di Vittorio Alfieri (1924) e Colloqui col Manzoni (1940).