Questo sito contribuisce alla audience di

Camposampièro (famiglia italiana)

nobile famiglia guelfa della Marca Trevigiana. Le prime notizie certe sui Camposampiero risalgono al 1025 e da esse sappiamo che la successione nella famiglia avveniva secondo la legge salica. Dei suoi membri: Tisone Novello (sec. XI-XII), che nel 1108 era console a Padova e acquistò il castello di Camposampiero, da cui la famiglia trasse il nome; Tisolino (sec. XII), figlio di Tisone Novello, che si distinse nella cacciata dei vicari dalla Marca (1164); suo figlio Gherardino, che aprì le ostilità contro i Da Romano. La lotta, sanguinosa e non sempre fortunata, fu continuata da suo fratello Gherardino Tisone (m. 1312), che a Treviso era capo della parte guelfa e che, stretta alleanza con Padova e gli Estensi, attaccò Can Grande della Scala per ridurne l'influenza politica nella zona. Con lui la famiglia dei Camposampiero raggiunse il massimo splendore. Ma con l'estendersi dell'influenza di Venezia sulla terraferma, il prestigio dei Camposampiero andò sempre più affievolendosi.