Questo sito contribuisce alla audience di

Cappèlla Maggióre

comune in provincia di Treviso (40 km), 115 m s.m., 11,13 km², 4412 ab. (cappellesi), patrono: santa Maria Maddalena (22 luglio).

Centro situato alle pendici meridionali dell'altopiano del Cansiglio, a destra del torrente Carron. Già insediamento paleoveneto, divenne nucleo abitato in epoca romana. Nel sec. X appartenne ai vescovi di Ceneda, nel XIII ai Da Camino, signori di Treviso, e nel 1389 passò a Venezia. Subì una devastante invasione dei Turchi nel 1499. § Nella parrocchiale è conservato un trittico del sec. XVII; la chiesetta della Santissima Trinità (sec. VIII-IX) ha l'interno affrescato da A. Zago (sec. XVI). Il Castelletto, che fu punto strategico di controllo del territorio, è un'antica costruzione fortificata, risalente al periodo romano e ricostruita nel sec. X dopo un attacco degli Ungari. § L'agricoltura produce uva, cereali e foraggi; si pratica l'allevamento bovino. L'industria opera nei settori dell'abbigliamento, del legno, metalmeccanico e alimentare.