Questo sito contribuisce alla audience di

Cardarèlli, Antònio

medico italiano (Civitanova del Sannio 1831-Napoli 1927). Seguace della scuola neoippocratica, che dava molta importanza alla semeiotica, descrisse alcuni sintomi clinici di grande importanza diagnostica, il più noto dei quali è la pulsazione trasversale del tubo laringo-tracheale negli aneurismi dell'aorta (segno di Cardarelli, 1868). Indicò per primo il metodo della compressione delle arterie femorali per valutare l'energia contrattile del miocardio. Importanti anche i suoi studi sull'innervazione del cuore, sulle malattie del fegato e delle vie biliari, sulle splenomegalie, sul tremore basedowiano.