Questo sito contribuisce alla audience di

Carmignano di Brènta

comune in provincia di Padova (31 km), 44 m s.m., 14,73 km², 7027 ab. (carmignanesi), patrono: Maria Santissima Assunta (15 agosto).

Centro alla destra del fiume Brenta. Nel sec. XI fu munito dai vicentini di un castello, che, posto a difesa del guado sul Brenta, fu espugnato dai padovani nel 1168, nel 1178 e nel 1198, quando venne distrutto. Dopo il 1220 la storia del borgo si identifica con quella di Cittadella. Nel 1796 gli austriaci vi sconfissero i francesi del generale Massena.§ La chiesa di Sant'Anna, ricostruita nel 1510, incorpora parti di un edificio più antico. Sulla piazza principale si affaccia villa Corner (sec. XVIII), oggi sede municipale. Villa Spessa, del 1492, ha una bella facciata aperta da finestre ogivali.§ L'industria opera nei settori dei manufatti in cemento, cartario, tessile, edile; attivo l'artigianato della ceramica e del legno. Alla produzione di foraggi sono collegati l'allevamento bovino e l'industria casearia.