Questo sito contribuisce alla audience di

Brènta (fiume)

fiume (lunghezza 160 km; bacino 2300 km²) del Trentino-Alto Adige e del Veneto, tributario del mare Adriatico. Si forma a S di Levico dalla confluenza di due rami sorgentiferi, emissari dei laghi di Levico e di Caldonazzo, e scende verso E percorrendo la Valsugana, dove bagna Borgo Valsugana e Grigno; da Primolano scorre profondamente incassato in una stretta valle dalle pareti ripidissime, chiamata canale di Brenta, che separa l'altopiano dei Sette Comuni dal massiccio del monte Grappa e dove, poco a monte di Cismon del Grappa, riceve da sinistra il suo maggior affluente, il torrente Cismon. Giunto in pianura, bagna Bassano del Grappa e scende a SSE con un corso ricco di meandri; a Limena, 9 km a N di Padova, si stacca un canale navigabile costruito dai Padovani nel 1314, il Brentella, che collega il Brenta con il fiume Bacchiglione a Brusenaga (periferia sudoccidentale di Padova). A Stra il fiume si biforca in due rami: il principale, detto anche “La Cunetta”, prosegue verso SE, sfociando a Brondolo, immediatamente a S della Laguna Veneta; l'altro ramo, chiamato Naviglio di Brenta, si dirige a ENE sboccando nella laguna a Fusina. § Il Naviglio di Brenta fu luogo di soggiorno estivo della nobiltà e della ricca borghesia veneziane (tanto da meritare l'appellativo di “Riviera del Brenta”), che vi costruirono, specie nel Settecento, numerose e splendide ville. Quale attrattiva turistica, ogni anno da marzo a ottobre, due moderne imbarcazioni, entrambe chiamate Burchiello (dal nome di un'antica imbarcazione a remi), percorrono quotidianamente il tratto di fiume tra Padova e Venezia, sostando per permettere la visita delle ville più illustri situate nel territorio dei comuni di Mira, Dolo, Stra, Fiesso d'Artico e Noventa Padovana. Lungo il suo corso fu combattuta una battaglia fra austriaci e francesi. Le sue acque alimentano alcune centrali idroelettriche.

Bibliografia

D. Brotto, Storia del Canale di Brenta, Bassano, 1927; A. Valente, La Riviera del Brenta, Venezia, 1951; G. Spezzati, Le Ville venete della Riviera del Brenta, Venezia, 1962; G. B. Tiozzo, C. Semenzato, La Riviera del Brenta. Itinerario storico-geografico e guida delle ville e degli edifici notevoli, Treviso, 1968; A. Baldan, Storia della riviera del Brenta, Abano Terme, 1988.