Questo sito contribuisce alla audience di

Castèl Castagna

comune in provincia di Teramo (30 km), 452 m s.m., 17,73 km², 539 ab. (castagnoli), patrono: san Pietro Martire (29 giugno).

Centro dell'Appennino Abruzzese, posto sulle pendici settentrionali del Gran Sasso d'Italia. Sorto nel Medioevo, il borgo fortificato fu retto da feudatari locali; dalla metà del Trecento appartenne agli Orsini e dal 1526 ai Mendoza. § Fuori dall'abitato sorge la chiesa di Santa Maria di Ronzano (sec. XII), già annessa a un monastero benedettino distrutto da un incendio nel 1183. La parte centrale della facciata, aperta da una grande finestra circolare, sporge rispetto alle laterali; piccole arcate cieche e monofore, sovrastate da un campaniletto a vela, decorano il lato posteriore dell'edificio. La chiesa, le cui decorazioni del presbiterio mostrano chiari influssi pugliesi, conserva cicli di affreschi di età paleocristiana. § L'economia si basa sull'agricoltura (cereali, foraggi, legumi e olive), le attività di sfruttamento dei boschi e l'allevamento ovino e bovino. Sono attive aziende edili e della lavorazione del legno (imballaggi e pallet).