Castèl San Giórgio

comune in provincia di Salerno (19 km), 90 m s.m., 13,63 km², 12.879 ab. (sangiorgesi), patrono: san Rocco (16 agosto).

Cittadina situata nell'alta valle del fiume Sarno. Sorta vicino a un castello longobardo, fu dei Sanseverino fino al 1553, quando passò con il resto del feudo al demanio regio, per la ribellione al principe di Salerno. Subì gravi danni nel terremoto del 1980. Barocche sono la chiese di San Rocco e la parrocchiale di Santa Maria delle Grazie. Nei pressi sorgono i resti della rocca di età longobarda. § La ricca produzione agricola (ortaggi, pomodoro San Marzano DOP, uva da vino, olive e frutta) alimenta una vivace industria alimentare e conserviera; altre aziende operano nei settori chimico-farmaceutico e dell'abbigliamento. È praticato l'allevamento bovino e bufalino, con produzione lattiero-casearia (mozzarella di bufala DOP).