Questo sito contribuisce alla audience di

Castagnaro

comune in provincia di Verona (55 km), 14 m s.m., 34,74 km², 4151 ab. (castagnaresi), patrono: san Nicola (6 dicembre).

Centro del basso Veronese, situato sulla destra dell'Adige. Abitato in epoca romana, fu quasi interamente distrutto da un'alluvione nel 589. Nel Medioevo appartenne al comune di Verona e da questo fu munito di fortificazioni. Subì ingenti danni nel 1387 durante lo scontro tra Francesco Novello da Carrara e Antonio della Scala. Passò nel 1405 a Venezia, che nel sec. XVI vi portò a termine importanti lavori di bonifica. In frazione Menà è la cinquecentesca chiesetta di Sant'Anna, con affreschi coevi. § L'agricoltura produce cereali, soia, frutta (mele e pere), ortaggi (in particolare cavolfiori) e foraggi per l'allevamento bovino. L'industria è attiva nei settori tessile, metalmeccanico, agroalimentare, dell'arredamento e dei materiali da costruzione. Tradizionale è l'artigianato del mobile.