Questo sito contribuisce alla audience di

Castelmàuro

comune in provincia di Campobasso (53 km), 692 m s.m., 43,49 km², 1902 ab. (castelmauresi), patrono: san Leonardo (6 novembre).

Centro arroccato su uno sperone, alle falde orientali del monte Mauro, tra i fiumi Trigno e Biferno. Sorto intorno al Mille, appartenne ai Cantelmo, che vi eressero un castello; passò poi ai d'Evoli, ai Mormile e ai Canzano. Fino al 1883 si chiamò Castelluccio Acquaborrana. § Nell'abitato sono il rinascimentale Palazzo Ducale e, su un'alta gradinata, la parrocchiale di San Leonardo (di origine romanica con facciata del Settecento), che conserva pregevoli arredi, un organo barocco e altari lignei dorati; vi è addossato un massiccio campanile eretto su un androne con volta a crociera. § L'economia si basa sull'agricoltura (cereali, frutta, uva, olive e foraggi), sull'allevamento bovino e suino e sullo sfruttamento dei boschi. § Nel territorio è il parco di monte Mauro.