Questo sito contribuisce alla audience di

Castelmezzano

comune in provincia di Potenza (64 km), 750 m s.m., 33,61 km², 970 ab. (castelmezzanesi), patrono: san Rocco (18 agosto).

Centro dell'Appennino Lucano, situato tra le suggestive rocce arenarie delle Dolomiti Lucane. Fortilizio longobardo, Castrum Medianum (così chiamato per la sua posizione intermedia tra Albano e Pietrapertosa) fu occupato nel sec. IX dai Saraceni, distrutto dai Longobardi di Salerno e successivamente ricostruito dai Normanni. Partecipò all'insurrezione ghibellina del 1268 e fu possesso, tra gli altri, di Guglielmo de Tournespée e di Roberto de Ponziano. § Un breve tunnel scavato nella roccia costituisce il caratteristico ingresso al paese. La chiesa madre conserva una statua lignea della fine del sec. XII (Madonna col Bambino o Madonna dell’Olmo). Nei dintorni sono i resti del castello normanno (parte delle mura e due gradinate scavate nella roccia). § L'agricoltura produce frutta e uva da vino. Sono fiorenti l'artigianato del legno e del ferro battuto e le attività silvo-pastorali. L'allevamento suino alimenta la produzione di insaccati. È rilevante il turismo estivo e autunnale (con escursioni al lago di Ponte Fontanelle e ai monti circostanti).