Questo sito contribuisce alla audience di

Castelnuòvo Càlcea

comune in provincia di Asti (21 km), 246 m s.m., 8 km², 779 ab. (castelnovesi), patrono: santo Stefano (26 dicembre).

Centro dell'Alto Monferrato posto sulla sommità di una dorsale tra le valli dei torrenti Tiglione e Nizza. Alcune tombe rinvenute nel territorio testimoniano l'origine romana. Compreso nel comitato di Asti, fu dei marchesi del Monferrato e successivamente diviso tra i signori di Agliano e quelli di Vinchio. Una volta riunito, nel 1203 divenne possesso dei marchesi d'Incisa e infine di Asti (1227). Fu poi feudo di diversi signori. Del castello medievale, trasformato alla fine del Seicento, rimangono pochi ruderi; la parrocchiale di Santo Stefano (sec. XVII) presenta una elegante facciata barocca in cotto. § L'economia si basa principalmente sulla viticoltura (barbera, grignolino, cortese, dolcetto), cui si affiancano attività industriali nei settori enologico, alimentare, meccanico, edile.